Home | Mappa del sito | English Version | Contatti | ADMIN
Produzioni e proposte didattiche   Convegnistica    Biglietteria    News    Teatro Luigi Russolo    Photogallery    

News    Rassegna Stampa    

News  
 
>> 2009   >> 2010   >> 2011   >> 2012   >> 2013   >> 2014   >> 2015   >> 2016    >> 2017
Archivio News anno 2017

20/09/2017
STAGIONE TEATRALE 2017/18: CAMPAGNA ABBONAMENTI

►mercoledì 27 settembre, ore 18.30, Teatro Comunale Luigi Russolo: PRESENTAZIONE PUBBLICA STAGIONE 17/18 (ingresso libero)
►da giovedì 28 settembre: CONFERMA VECCHI ABBONATI
►da sabato 7 ottobre: VENDITA NUOVI ABBONAMENTI
►da sabato 14 ottobre: VENDITA "IL MIO ABBONAMENTO"
►da sabato 21 ottobre: VENDITA BIGLIETTI SINGOLI

ORARI BIGLIETTERIA:
►dal 28 settembre al 5 ottobre: martedì, giovedì e sabato, 9.00-13.00/17.00-19.30
►dal 7 ottobre: sabato 9.00-13.00/17.00-19.30, martedì e giovedì 17.00-19.30
►dal 31 ottobre in poi: martedì, giovedì e sabato 18.00-19.30 nei giorni di spettacolo: 18.00-21.00 (16.00-17.00 per gli spettacoli pomeridiani)

Campagna abbonamenti 2017/2018


14/09/2017
STAGIONE TEATRALE 2017/2018

Mercoledì 27 settembre ore 18.30, presso il Teatro Comunale Luigi Russolo, si terrà la consueta PRESENTAZIONE PUBBLICA della prossima stagione teatrale!
L'ingresso è libero e tutti gli interessati sono invitati a partecipare!
GRANDI NOMI E IMPORTANTI NOVITÀ IN PROGRAMMA…VENITE A SCOPRIRLI

01/08/2017
A PORTOVECCHIO CHIUDE IL PORTO DEL TEATRO ESTATE CON UN OMAGGIO ALLA CIVILTÁ CONTADINA

Giovedì 3 agosto, alle ore 21.15, nel giardino dell’ex scuola elementare di Portovecchio, si terrà l’ultimo appuntamento della rassegna Il Porto del Teatro Estate, che in queste settimane ha visto le frazioni del comune di Portogruaro ospitare spettacoli teatrali prodotti da compagnie locali, tutti molto apprezzati dal numeroso pubblico presente.

Quello che andrà in scena giovedì, “Patanostrada parte seconda, la terra”, è uno spettacolo di Sandra Mangini e Stefano Rota prodotto dall’ Associazione Artivarti. È un racconto comico e poetico, popolare e contemporaneo, dedicato alla cultura della Terra.

Si racconta lʼepopea dei braccianti veneti che parteciparono alla Grande Bonifica Integrale. Il Veneto Orientale, nei territori più prossimi al mare e alle foci dei fiumi, era palude. Tra le due guerre fu attuata unʼimmensa opera di bonifica, in cui furono impiegati migliaia di uomini, che, a mano, pala e carriola… crearono la Terra. La Terra dei campi di mais, degli alberi che poi sono idrovore naturali, del grande fuoco con la polenta per sette otto figli; della casa grande, esposta al sole, con la cucina economica e le griglie per i bachi da seta; del nonno Giovanni che sapeva raccontare le storie, della nonna Ida, che solo lei sapeva come copàr il coniglio senza farlo soffrire, della zia Irmina che aveva lʼocchio di vetro…rosari, messe, intere giornate di processione, preti maghi dai poteri sovrannaturali, capaci anche… di far vincere le elezioni.

  Un tempo in cui si andava a zonzo fin quasi a perdersi per capire dove iniziava e dove finiva la campagna  e arrivare sulla strada asfaltata era una vera avventura...

In scena Stefano Rota e Max Bazzana, interpreti di questi sentito e toccante omaggio alla civiltà contadina e al suo bagaglio di sapienze.

  L’ingresso all’evento è libero. Per informazioni: 0421/270069 - www.teatrorussolo.it

In caso di maltempo lo spettacolo verrà annullato


Locandina


25/07/2017
APPUNTAMENTO A LUGUGNANA CON IL PORTO DEL TEATRO ESTATE

Quarto appuntamento per Il Porto del Teatro Estate, rassegna che coinvolge le frazioni del Comune di Portogruaro: giovedì 27 luglio, alle ore 21.15 presso il piazzale della Scuola dell’infanzia  G. Lorenzin di Lugugnana, va in scena “Finchè morte non ci separi - conversazione a lunga conservazione” della Compagnia Teatro della sete.
La protagonista di questo spettacolo, scritto ed interpretato da  Martina Boldarin e Caterina Di Fant, è una famiglia in cui in cui l’amore non ha più sapore, non è più in vigore, né da più stupore. La madre, il padre e Gianni (loro figlio) si svegliano all’alba del 30° anniversario di matrimonio e festeggiano l’evento ricordandosi vicendevolmente i momenti migliori della vita vissuta insieme: gli inutili rancori che a volte vengono a galla, l’ubriaca voglia di romanticismo, i bicchieri che puzzano di uovo “perché anche con il miglior detersivo tu fai puzzare i bicchieri”; i tradimenti digeriti poiché “è inutile parlare ormai di tutte queste cose, cerca un altro argomento di conversazione” e Gianni, che non vede l’ora di alzarsi la mattina per dare alla madre la finta apparenza che qualcuno la stia ascoltando. D’altronde le feste a questo servono: a celebrare i pregi e a perdonare i difetti, a lasciare la quotidianità in secondo piano per esaltare gli affetti.
Uno spettacolo tanto ironico quanto vero, accompagnato dal magico repertorio anni ’60 di Mina… a ricordare che l’importante nella vita è saper ridere di se stessi, essere coscienti che dagli altri si può imparare, prima di tutto, come non si vuole diventare.
La Compagnia Il Teatro della Sete produce spettacoli di drammaturgia sia contemporanea sia originale, prediligendo per soggetto le tematiche sociali, per stile un linguaggio ironico e al contempo poetico. Realizza spettacoli per l’infanzia e per gli adulti. La compagnia è specializzata nella progettazione e conduzione di laboratori a favore dell’integrazione tra persone con diverse abilità.

L’ingresso all’evento è libero. Per informazioni: 0421/270069 - www.teatrorussolo.it
In caso di maltempo lo spettacolo verrà annullato
 

Locandina


17/07/2017
IL PORTO DEL TEATRO ESTATE: A GIUSSAGO IN SCENA “IL TARTUFO” DI MOLIÈRE
Il Gruppo Teatrale La Bottega protagonista del terzo appuntamento della rassegna


Continua la rassegna Il Porto del Teatro Estate, con grande apprezzamento da parte del pubblico, che partecipa sempre numeroso a questi spettacoli proposti nelle frazioni del Comune di Portogruaro.  Il terzo appuntamento, in programma giovedì 20 luglio alle ore 21.15, si terrà presso l’Area Festeggiamenti di Giussago. I protagonista saranno gli attori del Gruppo Teatrale La Bottega di Concordia Sagittaria con un classico di Molière, “Tartufo, o l’impostore”: un viaggio  che accompagna il pubblico  nel labirinto dell’ipocrisia, dell’amore,  del denaro e degli interessi economici mettendo in luce, con spietato realismo, vizi e virtù dell’uomo d’ogni tempo.

  Trama
Si respira aria di grande cambiamento presso la dimora di Orgone, ricco signore della nobiltà parigina del Settecento. Un integerrimo precettore infatti, viene accolto in casa dal padrone per tentar di riportare  la moralità tra le mura domestiche. La nuova censura, benedetta dal Cielo e dalla Chiesa, mette al bando ogni mondana tentazione, ovvero feste, banchetti e ricevimenti, sostituendoli con l’edificante silenzio della preghiera e della mortificazione della carne.  Solo Pernella, madre del protagonista, apprezza il nuovo corso degli eventi , mentre le donne della famiglia mal  sopportano le novità imposte dal nuovo arrivato. Elmira, moglie di Orgone, le figlie Rosaura e Marianna, Lucrezia, sorella di Elmira, e la cameriera Dorina tramano affinché Orgone scopra la vera natura dell’ospite che, nella sua ambiguità, ha plagiato così tanto la sua mente da convincerlo a concedergli in sposa la figlia maggiore, mandando a monte le previste nozze con Valerio, suo promesso sposo. I piani architettati con  sottile arguzia delle nobili signore, ai danni del nuovo pedagogo,  apriranno nuovi scenari, generando una reazione a catena che porterà ad un inatteso epilogo…

La Compagnia
Il Gruppo Teatrale La Bottega è un’Associazione culturale per l’attività teatrale amatoriale, iscritta dal 1995 alla Federazione Italiana Teatro Amatoriale, che ha come scopo la pratica, la promozione e la diffusione della cultura teatrale. Il Gruppo nasce nel 1983 dalla vivace realtà oratoriale della parrocchia Beata Maria Vergine Regina di Portogruaro, per mettere in scena La Bottega dell’orefice di Karol Woytila, da cui ha derivato il proprio nome. Dopo un primo periodo dedicato alla messa in scena di lavori corali a carattere religioso, La Bottega ha sviluppato la propria attività in molteplici direzioni, affrontando un vasto repertorio di autori e generi diversi, con opere classiche, moderne e di avanguardia, allestimenti storici, teatro dialettale e letture animate di poesie e prosa. Il numeroso organico del Gruppo consente la predisposizione contemporanea di più allestimenti, per un’offerta artistica sempre ricca e variata. Il repertorio attuale comprende La Bottega del Caffè di Goldoni, Tartufo e Il medico per forza di Molière, Attori e Malfattori di Mangano e Torrisi e Un cielo condiviso di Giuseppe Sciuto, Deus ex Machina di Woody Allen e uno spettacolo di monologhi al femminile sul tema della violenza di genere. La Bottega organizza ogni anno presso il Teatro Comunale di Concordia Sagittaria la rassegna Teatranti (dal 1992) e il 7×15 Concorso Nazionale per Brani di Teatro (dal 2006), in collaborazione con Pro Loco e Amministrazione Comunale e realizza corsi di recitazione, spettacoli nelle scuole ed altre iniziative per la diffusione della cultura teatrale.

  L’ingresso all’evento è libero. Per informazioni: 0421/270069 - www.teatrorussolo.it
In caso di maltempo lo spettacolo verrà annullato

Locandina Tartufo


11/07/2017
SECONDO APPUNTAMENTO CON IL PORTO DEL TEATRO ESTATE: A SUMMAGA UNO SPETTACOLO AMBIENTATO NELLA CAORLE DEGLI ANNI ’70

Secondo appuntamento della rassegna Il Porto Del Teatro Estate, un’ideale appendice della stagione del Teatro Comunale Luigi Russolo con l’obbiettivo di portare spettacoli nei paesi limitrofi a Portogruaro (Pradipozzo, Summaga, Giussago, Lugugnana e Portovecchio) coinvolgendo le compagnie teatrali presenti nel territorio.

Il prossimo spettacolo si terrà giovedì 13 luglio alle ore 21.15 presso l’Area Festeggiamenti di Summaga di Portogruaro: il gruppo teatrale Neti e S- Ceti di Pramaggiore presenta “I’è tuti parenti streti”, per la regia di Bellinda Marson.

Questa commedia brillante in lingua veneta, su testo originale della compagnia, è ambientata a Caorle negli anni ’70, e racconta le rocambolesche vicissitudini  di una famiglia di affittuari di appartamenti per la villeggiatura che, a causa di esilaranti equivoci e piccole “furberie” escogitate dal padrone di casa, si trova a dover affrontare delle sgradevoli situazioni con i turisti ospitati. Per fortuna, ogni cosa si risolverà per il meglio grazie alla tipica arguzia “all’italiana” messa in atto dal protagonista.

L’ingresso è gratuito. In caso di maltempo lo spettacolo sarà annullato.

Locandina spettacolo


05/07/2017
INIZIA IL PORTO DEL TEATRO ESTATE: A PRADIPOZZO UNO SPETTACOLO DI DARIO FO

Inizia la rassegna Il Porto Del Teatro Estate, un’ideale appendice della stagione del Teatro Comunale Luigi Russolo con l’obbiettivo di portare spettacoli nei paesi limitrofi a Portogruaro: Pradipozzo, Summaga, Giussago, Lugugnana e Portovecchio, coinvolgendo le compagnie teatrali presenti nel territorio.

Il primo spettacolo si terrà giovedì 6 luglio alle ore 21.15 presso l’Area Parrocchiale di Pradipozzo. In scena un’opera che porta la firma di un giovanissimo Dario Fo, “Non tutti i ladri vengono per nuocere”, interpretata dagli attori del Laboratorio Teatrale Portogruarese, per la regia di Ivano Pessa.

La storia inizia con un ladro che si muove silenzioso nella casa che vuole svaligiare, sotto il costante ed impertinente controllo telefonico della moglie. Improvvisamente il padrone di casa rientra in compagnia dalla sua amante, lanciandosi in un esilarante tentativo di conquista, ignaro di quanto stia accadendo proprio sotto il suo naso. Tutto filerebbe liscio se la presenza del ladro non venisse scoperta e se la moglie del padrone di casa non rientrasse proprio nel momento meno opportuno…

Una drammaturgia dai profili strepitosamente attuali nella quale il palcoscenico diviene una vera e propria agorà per una vicenda che si dipana  tra ragioni e fraintendimenti mai troppo oscuri che porteranno, senza dubbio, il pubblico ad ironizzar tanto di sé quanto degli altri.

L’ingresso è gratuito. In caso di maltempo lo spettacolo sarà annullato.

Per maggiori informazioni tel. 0421/270069 oppure sul sito www.teatrorussolo.it



    Laboratorio Teatrale Portogruarese

Il “Laboratorio Teatrale Portogruarese” rappresenta ormai da anni una certezza nel panorama del teatro amatoriale del territorio. A tutt’oggi ha presentato, tra l’altro: la “Formidabile Rivolta” di Roberto Mazzucco, la “Marcolfa” e “Non tutti i ladri vengono per nuocere” di Dario Fo e L’“Anfitrione” di Molière/Kleist. Ha partecipato al melologo nel centenario della proclamazione di Generale dei Francescani di frate Bernardino da Portogruaro. Ha inoltre interpretato, elaborando teatralmente, una serie di interviste, collocabili nell’ambito della “storia locale”. Interpreta e drammatizza, anche su richiesta di vari enti del territorio ed associazioni culturali, letture e testi poetici di artisti locali. Negli ultimi anni ha partecipato, con altre compagnie amatoriali del territorio, alla rassegna teatrale Il porto del teatro, interpretando testi impegnativi come Arsenico e vecchi merletti di Joseph Kesselring e Il gatto in tasca (Chat en poche) di G. Feydeau nella traduzione e adattamento di Cecilia Calvi.    

Locandina spettacolo


29/06/2017
IL PORTO DEL TEATRO ESTATE… LO SPETTACOLO NON VA MAI IN VACANZA!!!

Dal 6 luglio al 3 agosto 2017 l’Amministrazione Comunale di Portogruaro e la Fondazione Musicale Santa Cecilia promuovono l’iniziativa Il Porto del Teatro Estate, un’ideale appendice della stagione proposta quest’anno dal Teatro Comunale Luigi Russolo, con l’obbiettivo di portare spettacoli nei paesi limitrofi a Portogruaro: Pradipozzo, Summaga, Giussago, Lugugnana e Portovecchio coinvolgendo le compagnie teatrali locali presenti nel territorio.

Il Laboratorio Teatrale Portogruarese aprirà la rassegna giovedì 6 luglio alle ore 21.15, presso l’Area Parrocchiale di Pradipozzo, con “Non tutti i ladri vengono per nuocere”, uno dei capolavori giovanili di Dario Fo per la regia di Ivano Pessa. La vicenda è quella di una doppia coppia stanca della monotonia quotidiana, di un maggiordomo che vede la vita “troppo rosa” ed di un topo di appartamenti sull’orlo di una crisi di nervi. Tutto ciò trasforma lo spazio scenico in un agone ricco di esilaranti equivoci, che portano il pubblico a ridere di sé e degli altri.

Giovedì 13 luglio alle ore 21.15, presso l’Area Festeggiamenti di Summaga di Portogruaro, sarà la volta dell’Associazione Neti e s-ceti che metterà in scena “I’è tuti parenti streti” una commedia ambientata a Caorle negli anni ’70, nella quale una famiglia di affittuari di case per la villeggiatura estiva,  si trova a dover affrontare delle spiacevoli situazioni con i vacanzieri ospitati, causate da  piccole “furberie”, ad opera del capofamiglia, furberie che, però, si risolveranno felicemente grazie alla tipica arguzia “all’italiana” del protagonista.

Giovedì 20 luglio – alle ore 21.15 -  l’Area Festeggiamenti di Giussago ospiterà il Gruppo Teatrale La Bottega di Concordia Sagittaria che si cimenterà con uno dei classici del teatro molieriano “Tartufo, o l’impostore”, un viaggio nella Francia del Settecento tra falsa fede, amore, denaro interessi economici, umani vizi ed altrettanto umane virtù.

Giovedì 27 luglio – alle ore 21.15 -  nel piazzale della Scuola G. Lorenzin di Lugugnana,  Martina Boldarin e Caterina di Fant, della Compagnia Teatro della Sete, saranno le protagoniste di “Finchè morte non ci separi...conversazione a lunga conservazione”, uno spettacolo tanto ironico quanto vero sulla mancanza d’ascolto e di dialogo tra due coniugi ormai provati  da anni di convivenza più o meno pacifica.

In chiusura di stagione teatrale estiva, l’Associazione Artivarti porterà in scena “Patanostrada parte seconda, la terra”, in programma giovedì 3 agosto ore 21.15 a Portovecchio nel giardino dell’ex scuola elementare: un racconto comico e poetico che racconta l’epopea dei braccianti veneti che parteciparono alla Grande Bonifica Integrale.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito. Per informazioni: 0421/270069- www.teatrorussolo.it

Il Porto del Teatro -ESTATE


24/05/2017
AL RUSSOLO TORNA L’OPERINA CORALE DEDICATA A DAVIDE MASARATI!

Sono giorni di intensa attività produttiva al Teatro Comunale Luigi Russolo: giovedì 25 e venerdì 26 maggio vanno in scena le recite del 11^ edizione del progetto Operina Corale, importante iniziativa che dal 2007 la Fondazione Musicale Santa Cecilia propone alle scuole primarie del nostro territorio.

In questi anni più di 4.000 alunni hanno partecipato a questo progetto didattico ideato dal maestro Davide Masarati, direttore artistico del teatro portogruarese per 5 anni, prematuramente scomparso a maggio del 2013. È a lui che vengono dedicate queste giornate che vedono il teatro riempirsi di bambini e famiglie, tutti accomunati dall’emozione che caratterizza ogni spettacolo dal vivo.

Il progetto Operina Corale è nato per far avvicinare i giovanissimi al teatro e alle sue arti, ed è un percorso formativo che coinvolge alunni e insegnanti durante tutto l’anno scolastico. I bambini seguono lezioni di canto, recitazione, movimento coreografico, e realizzano i disegni che diventano le scenografie delle recite. Gli alunni hanno così l’occasione di vivere in prima persona un’importante esperienza di palcoscenico, in maniera gioiosa e non competitiva: l’operina si chiama corale proprio perché non sono previsti personaggi singoli, ma solo gruppi di personaggi. Tutti hanno la stessa opportunità di divertimento e di crescita nel calcare il palcoscenico, vivendo in prima persona lo spirito di squadra proprio di ogni allestimento di spettacolo dal vivo!

I docenti che hanno tenuto gli incontri formativi nelle varie scuole sono Alex Campagner per la recitazione, Daniela Calligher per il canto e Caterina Teoharov per il movimento coreografico. Il titolo delle recite di quest’anno è “Lumilandia…la città della luce”, una storia che esprime, con un’immediata metafora sulla luce, l’importanza di vivere usando bene il proprio cervello e il proprio cuore. I testi sono di Anna Valentina e Alex Campagner, le musiche di Cristiano Alberghini, Davide Masarati e Stefano Melloni.

Sul palcoscenico del Russolo saliranno gli alunni delle seguenti scuole primarie: “C.Battisti”, “Don Milani” e “I. Nievo” dell’ Istituto Comprensivo G.Pascoli di Portogruaro, “IV Novembre” dell’Istituto Comprensivo D.Bertolini di Portogruaro, “G.Marconi” di Portogruaro, “G.Carducci” e “R.L.Montalcini” dell’Istituto Comprensivo R.Turranio di Concordia Sagittaria, “A. Gabelli”, “G.Pascoli” e  “Zanetto Elti da Rodeano” dell’Istituto Comprensivo T.Livio di San Michele al Tagliamento.

In programma ci sono 3 spettacoli  giovedì 25 (ore 19.00 – ore 20.00 – 21.00) e altri 3  venerdì 26 maggio (ore 19.00 – ore 20.00 – 21.00): l’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.  

Il progetto Operina Corale, prodotto dalla Fondazione Musicale Santa Cecilia, vanta la collaborazione del Centro di formazione coreutica e di ricerca coreografica “Arte Danza” e dell’Associazione Culturale “La Maison du Theatre”,  ed è realizzato anche grazie al contributo del Rotary Club di Portogruaro.

Locandina Operina 2017


12/05/2017
LUMILANDIA...la città della luce

Dedicato a DAVIDE MASARATI

recite a conclusione del Progetto Operina Corale 2017 - 11a edizione

GIOVEDÌ 25 MAGGIO 2017
ORE 19.00
alunni delle Scuole Primarie “G. MARCONI” e “DON MILANI” di Portogruaro e “R.L. MONTALCINI” di Concordia Sagittaria

ORE 20.00
alunni della Scuola Primaria “I. NIEVO” di Portogruaro

ORE 21.00
alunni della Scuola Primaria “IV NOVEMBRE” di Portogruaro

VENERDÌ 26 MAGGIO 2017
ORE 19.00
alunni della Scuola Primaria “C. BATTISTI” di Summaga di Portogruaro 

ORE 20.00 
alunni delle Scuole Primarie “A. GABELLI” di Bibione,“G. PASCOLI” di Cesarolo, e “ZANETTO ELTI DA RODEANO” di San Michele al Tagliamento

ORE 21.00 
alunni della Scuola Primaria “G. CARDUCCI” di Concordia Sagittaria



TUTTE LE RECITE SONO AD INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI

Locandina LUMILANDIA


12/05/2017
MOMO
saggio spettacolo di fine anno

sabato 20 maggio ore 21.00

con gli allievi della SCUOLA DI MUSICA DELLA FONDAZIONE MUSICALE SANTA CECILIA
Corso di teatro - Coro di voci bianche - Corsi di formazione musicale di base

PREZZO BIGLIETTO: € 4 (posto non numerato)
- dal lunedì al venerdì 9.30-12.00 e 15.00-18.30
presso la segreteria della Fondazione Musicale Santa Cecilia
- il giorno dello spettacolo dalle ore 17.00
presso il Teatro Comunale Luigi Russolo

Locandina MOMO


24/04/2017
“Lo sguardo segreto del cieco” chiude la stagione del Teatro Russolo

L’ottava stagione del Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro giunge al termine con “Lo Sguardo segreto del cieco”, ultimo appuntamento del cartellone Il Porto del Teatro in programma venerdì 28 aprile alle ore 21. Lo spettacolo -  liberamente tratto dal romanzo Nel paese dei ciechi di H.G Wells e presentato dall’Associazione Teatroviaggiante di Portogruaro per la regia di Erio Gobbetto - getta luce sulla pericolosità dei pregiudizi nei confronti di chi è diverso.
  La storia narra di una sperduta comunità montana rimasta isolata per secoli dal resto del mondo. In una notte di tempesta un moderno antropologo precipita cadendo dalle rocce sull’altopiano. Scoprirà che i suoi abitanti hanno perso per un’epidemia l’uso della vista, dimenticando così il senso e il significato della parola vedere... A partire da questo handicap la comunità ha creato un modo di vivere, costumi e relazioni, basato su un uso degli altri sensi particolarmente sviluppato. Il protagonista scoprirà suo malgrado di essere lui (oltre che estraneo) il “diverso”. Ma diverso da chi, come e da cosa? Per essere accolto dovrà andare oltre il reciproco pregiudizio.

  I biglietti (intero 8 euro,  ridotto 5 euro) possono essere acquistati presso la biglietteria del teatro il giorno dello spettacolo a partire dalle 18.00.

Locandina


12/04/2017
“La cena dei cretini”: ancora risate per Il Porto del Teatro

Secondo appuntamento al Teatro Russolo con il cartellone “Il Porto del Teatro”: venerdì 21 aprile alle ore 21.00  gli attori del Gruppo Teatrale La Bottega di Concordia Sagittaria,  con la regia di Filippo Facca, interpretano la divertente commedia “La cena dei cretini”, scritta nel 1998 dal regista e commediografo francese Francis Veber.
  Ogni martedì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza la “Cena dei Cretini”, alla quale i partecipanti devono portare un personaggio ritenuto universalmente cretino e riderne sadicamente alle spalle per tutta la cena. Su segnalazione di un amico, l’editore Pierre Bronchant trova la sua vittima sacrificale in François Pignon, contabile al Ministero delle Finanze di Parigi e appassionato costruttore di modellini con i fiammiferi, e lo invita ad un aperitivo a casa sua per conoscerlo. Dal momento in cui il “cretino” prescelto entra a casa sua gli eventi precipitano tumultuosamente, mettendo a repentaglio ogni aspetto della vita, privata e no, di Pierre; dal suo rapporto con la moglie Christine, col suo vecchio amico Giusto, a quello con una vecchia fiamma, Marlene. L'arrivo di Cheval, collega di Pignon al ministero, complica ulteriormente la situazione. Tutto sta andando alla rovina, quando succede qualcosa di imprevisto…
  In questo testo spumeggiante ed equilibrato il genio di Francis Veber (sue le trame teatrali e le sceneggiature cinematografiche di tantissimi successi dell'ultimo trentennio), invita a fare attenzione ai delicati equilibri del variopinto bestiario umano, a rendersi conto che, molto spesso, i giudizi che diamo sono avventati e che, per trovare un vero “cretino”, a volte, basta uno specchio.

  I biglietti (intero 8 euro,  ridotto 5 euro) possono essere acquistati presso la biglietteria del teatro il giorno dello spettacolo a partire dalle 18.00.

La cena dei cretini - Locandina


06/04/2017
THE MAN: la passione di Cristo narrata in danza

Mercoledì 12 aprile alle ore 21.00, in occasione della Settimana Santa, e a conclusione del cartellone di danza, il Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro presenta un intenso spettacolo della RBR Dance Company in co-produzione con la Camerata Musicale Barese: "THE MAN – The Passion of Christ".
Le coreografie di Cristina Ledri e Cristiano Fagioli attraversano i momenti salienti di una delle storie più antiche del mondo. La passione di Cristo, quale esempio di dedizione, redenzione e assoluta speranza, viene narrata attraverso la danza e le sue mille suggestioni: ancestrali, culturali, emozionali.

Lo spettacolo, che si ispira al celebre film di Mel Gibson e che si avvale della voce recitante di Paolo Valerio (attore e direttore artistico del Teatro Nuovo di Verona), si apre con la scena di Gesù nel campo degli ulivi per arrivare all’implorazione, solenne e perfetta, ad un Padre che si teme ci abbia abbandonato. Il ritratto che emerge è quello di un essere umano, circondato da uomini e disposto ad “andare nel mondo” per condividere il suo pensiero, che non è istituzione o dogma ma solo puro, grandissimo, atto d’amore. Su musiche di John Debney, Steve Jablonsky, Craig Armstrong, Diego Todesco, Henrik Takkenberg e Peter Gabriel, i danzatori accompagnano il pubblico in una narrazione coreutica composta da quadri e suggestive soluzioni registiche: ogni dolore, ogni agonia, ogni dubbio che pervade la storia è espresso nell’arte della danza con grande impatto, movimenti perfetti all’interno di un’atmosfera sospesa e a tratti rarefatta, che coinvolge gli spettatori come moderni testimoni di un immortale messaggio esistenziale.

La RBR DANCECOMPANY è una compagnia dallo stile unico che unisce coralità lirica ad una tecnica ineccepibile, stupendamente in equilibrio tra eleganza, poesia, energia fisica, sempre alla continua ricerca del preziosismo del dettaglio. La sua capacità è di evocare atmosfere oniriche, fantasiose, ipnotiche, facendo interagire i danzatori con costumi, oggetti, giochi di luce e proiezioni. Non a caso sono stati definiti “gli illusionisti della danza”!

I biglietti hanno un costo che varia dai 17 ai 27 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30. C’è anche la possibilità di acquistarli on line dal sito www.teatrorussolo.it oppure da www.vivaticket.it

La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

Locandina THE MAN


04/05/2017
CUCÙ…C’È QUALCUNO? AL RUSSOLO NUOVO SPETTACOLO PER I BIMBI DA 1 A 3 ANNI!

Il Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro apre nuovamente le porte ai bambini da 1 a 3 anni d’età: domenica 9 aprile alle ore 17.00 va infatti in scena “Cucù”, spettacolo prodotto da La Piccionaia di Vicenza e realizzato grazie alla collaborazione con l’Asilo Nido La Casa di Mirtilla.

  Ridere è una cosa seria. Si ride quando si gioca. Si ride di solletico. Si ride quando si sente un rumore.
Una parola fa ridere. Fanno ridere quelli che cadono. La faccia della mamma che si trasforma... fa ridere!
Chi va via ... e poi... ricompare. “Cucù!!!!”
“Cucù!” è una delle prime parole che diciamo ai bambini ...
La parola magica che significa...” ci sono”... “non ci sono più”... “ritorno!!!”
Nel gioco si alternano l’emozione dell’assenza e la risata del ritorno.
Ma cosa fa ridere i bambini molto piccoli?

  Due giovani attrici (Aurora Candelli e Francesca Bellini) assieme alla regista e drammaturga Ketti Grunchi indagano infatti il meccanismo della risata nei bambini della prima fascia d’età.
Il progetto crea una relazione di lavoro e scambio di esperienze tra le famiglie dei bambini. Un laboratorio teatrale con i genitori e il racconto dei giochi quotidiani con i loro bambini ha regalato idee ed emozioni per la realizzazione di questo divertente spettacolo.

    I biglietti hanno un costo che varia dai 6 euro (interno) ai 4 euro (ridotto) e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30 (la domenica stessa a partire dalle ore 16.00).

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

Locandina CUCU'


03/04/2017
“Scatti di anzianità”: i Tiratirache danno il via a IL PORTO DEL TEATRO

L’ottava stagione del Teatro Comunale Luigi Russolo si avvia alla conclusione con il cartellone “Il Porto del Teatro”, dove protagoniste sono le compagnie teatrali locali
Il primo appuntamento, venerdì 7 aprile alle ore 21.00, sarà all’insegna della risata: i protagonisti sono infatti i Tiratirache, duo comico veneto composto da Attilio Boccalon e Augusto Prosdocimo.
Nel loro nuovo spettacolo “Scatti di anzianità”, i due attori-cantori (affiancati da una band di quattro elementi) tentano di analizzare l’ineluttabile cambiamento che il diventar vecchi comporta. Un racconto che narra il dramma dell’invecchiare in una terra che non si riconosce e che, purtroppo, non riconosce più l’uomo, catastrofe, questa, che genera lo smarrimento tragicomico dei personaggi in scena.
Come personaggi beckettiani, in un vero e proprio teatro dell’assurdo, negli intervalli tra le canzoni, Augusto ed Attilio ragionano e sragionano, parlano e straparlano: i neologismi anglofoni propri della nostra modernità  si scontrano con i termini del semplice linguaggio dialettale che esprimono un corto circuito esistenziale di cui, peraltro, questi due moderni trovatori riescono sempre a far ridere!

  I biglietti potranno essere acquistati al prezzo intero di 8 euro  e ridotto di 5 euro presso la biglietteria del teatro  sabato 1, martedì 4 e giovedì 6 aprile dalle 18.00 alle 19.30 e nei giorni di spettacolo a partire dalle 18.00. Acquistando subito i biglietti per tutti i tre spettacoli in cartellone si ha diritto al prezzo ridotto.

Locandina "Scatti di anzianità"


29/03/2017
“IL PORTO DEL TEATRO”: tre nuovi spettacoli in scena al Russolo

Quinta edizione per Il Porto del Teatro, il cartellone che ormai per tradizione conclude la stagione del teatro di Portogruaro e che vede protagoniste le compagnie localiPer l’occasione verranno presentati tre nuovi spettacoli, in programma nel mese di aprile.
  Il primo appuntamento avrà luogo venerdì 7 aprile alle ore 21.00 con lo spettacolo Scatti di anzianità presentato dai Tiratirache, duo comico veneto composto da Attilio Boccalon e Augusto Prosdocimo: con la leggerezza della musica e delle  parole,  racconteranno il cambiamento del diventare vecchi e le difficoltà del vivere in una società dove spopolano i neologismi anglofoni  e le nuove tecnologie.
  Venerdì 21 aprile il Gruppo Teatrale la Bottega di Concordia Sagittaria porterà in scena, per la regia di Filippo Facca, La cena dei cretini: scritta dal francese Francis Veber negli anni Novanta, è una delle commedie più famose al mondo, diventata un cult dopo essere approdata al grande schermo nel 1998.
  Infine, venerdì 28 aprile sarà la volta del Teatroviaggiante di Portogruaro, che offrirà al pubblico notevoli spunti di riflessione in merito alla  disabilità, all’handicap e al pregiudizio culturale con Lo sguardo segreto del cieco liberamente tratto da “Nel paese dei ciechi” di  H. G. Wells.

    I biglietti potranno essere acquistati al prezzo intero di 8 euro  e ridotto di 5 euro presso la biglietteria del teatro  sabato 1, martedì 4 e giovedì 6 aprile dalle 18.00 alle 19.30 e nei giorni di spettacolo a partire dalle 18.00. Acquistando subito i biglietti per tutti i tre spettacoli si ha diritto al prezzo ridotto.
  Per maggiori informazioni: Infoline 0421 270069 - www.teatrorussolo.it - info@teatrorussolo.it

Il Porto del Teatro 2017


27/03/2017
“I DUELLANTI”: ALESSIO BONI E MARCELLO PRAYER SI SFIDANO A TEATRO

Con “I duellanti”, in scena a Portogruaro sabato 1 aprile 2017 alle ore 21.00, si chiude la stagione di prosa del Teatro Comunale Luigi Russolo. Uno spettacolo particolare, tratto dal romanzo di Joseph Conrad, uno dei più grandi autori europei di primo Novecento. Per interpretare i protagonisti della storia, i due attori Alessio Boni e Marcello Prayer sono stati formati dal famoso maestro d'armi Renzo Musumeci Greco, diventando così due abili spadaccini. In scena accanto a loro Francesco Meoni e la violoncellista Federica Vecchio, che con la musica accompagna il cozzare delle spade. La regia è firmata dallo stesso Boni con Roberto Aldorasi.
  Con "I duellanti" Conrad riuscì a creare un sorprendente affresco di un mondo, quello della cavalleria e dell'esercito ottocentesco, che da lì a breve sarebbe stato spazzato via dalle nuovi armi e dalle nuove logiche militari.  Un'opera su di un mondo in rapida estinzione, e al tempo stesso un capolavoro dell'assurdo, su come i fili della vita e del destino sfuggano di mano e sopravanzino ogni buon senso e prevedibilità.
Gabriel Florian Feraud, guascone iroso e scontento, e Armand D'Hubert, posato e affascinante uomo del nord, sono due ufficiali dell’esercito di Napoleone Bonaparte. I due diventano famosi non tanto e non solo per i meriti sui campi di battaglia, quanto per la loro eroica fedeltà alla loro sfida reciproca: non perdono infatti occasione per sfidarsi a duello, e nessuno conosce il perché di un odio così profondo.
  È la prima volta che il racconto pubblicato da Conrad viene adattato per il teatro. La traduzione e l’adattamento sono di Francesco Niccolini, che definisce questa storia una sorta di  “Fight Club ante litteram: uno scontro violento e inevitabile, desiderato, dove – in realtà – il tuo vero avversario non esiste. Anzi, molto peggio: sei tu. Come se, nel momento di iniziare il duello, quando sei spalla a spalla, e fai i tuoi passi per allontanarti, nel voltarti verso il tuo Feraud, vedessi te stesso. E di quel duello ne hai più bisogno dell’aria che respiri. Senza, sei morto.

  I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30
  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Locandina "I DUELLANTI"


21/03/2017
Un inedito Arlecchino arriva al Russolo

Arlecchino, la maschera simbolo del teatro italiano e Il servitore di due padroni, il testo di Carlo Goldoni più rappresentato al mondo, arrivano al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro in una nuova, inedita versione prodotta  dal Teatro Stabile del Veneto. Lo spettacolo, atteso  per sabato 25 marzo ore 21.00, è il penultimo appuntamento in programma del cartellone di prosa della stagione 16/17.
  La rappresentazione inizia in una strana soffitta ingombra di vecchi bauli e una vivace compagnia di attori. All’arrivo del pubblico i comici aprono i bauli, riemergono abiti usati mille volte, attrezzeria ammaccata e strumenti musicali impolverati, quanto basta per far rivivere questo capolavoro. La perfetta macchina teatrale goldoniana si rimette in moto, la polvere vola via a suon di canti e musica, i personaggi e le maschere riprendono vita e trascinano il pubblico in una girandola di colori, emozioni e divertimento. Travestimenti e riconoscimenti, servitori e padroni, padri e figli, morti e risorti, duelli e passioni, gioie e pianti: nello spettacolo tutto è doppio, come Arlecchino che, a sua volta, si sdoppia (anzi si triplica) nell’impresa impossibile di servire due padroni e forse anche sé stesso. Goldoni scrive Il servitore di due padroni lontano dalla sua Venezia e in ogni battuta della commedia si legge l’amore e la nostalgia per una città magica, un luogo unico, fantastico, intriso di vita, in cui tutto è (ancora) possibile.
In scena un cast di altissimo livello che fa incontrare interpreti di comprovata esperienza con giovani talenti. Un classico che non può invecchiare perché affonda le sue radici nella storia stessa del teatro.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30
  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Locandina "Arlecchino"


15/03/2017
“ON-OFF”: IL RUSSOLO APRE LE PORTE AI BIMBI DA 1 A 3 ANNI!

Primo appuntamento della stagione 16/17 del cartellone  Primi Passi a Teatro, che vede in calendario due spettacoli riservati ai bambini da 1 a 3 anni d’età. Domenica 19 marzo alle ore 17.00 al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro va in scena “On-Off”, una rappresentazione che pone l’attenzione sul rapporto dei più piccoli con la luce ed il buio per aiutarli a non aver più paura dell’oscurità e di ciò che non si conosce.
Lo spettacolo inizia con le tenebre che avvolgono la sala. Poi, d’improvviso, la luce. Ed è come una nuova creazione. Una nuova creazione che può diventar ogni cosa: un fiore, un cucchiaio, una danzatrice, una candela, una giostra, un papà, una mamma o un bambino. Musica e movimenti accompagnano la ritmica alternanza dell’accendersi e dello spegnersi di mille lampadine, per dar vita alla danza della notte che cede il passo al giorno.
Un gioco di poesia e fantasia alla scoperta di quel tenebroso mistero, pieno di stelle, che è la notte.
In occasione della partecipazione al Tiba Festival di Belgrado nel 2012, questo spettacolo ha conseguito l’AWARD FOR THE BEST ARTISTIC ACHIEVEMENT, premio assegnato dall’ASSITEJ Serbia.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 6 euro (interno) ai 4 euro (ridotto) e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30 (la domenica stessa a partire dalle ore 16.00).
  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

locandina ON-OFF


14/03/2017
IL BALLETTO DELL’OPERA DI ODESSA PORTA “GISELLE” AL RUSSOLO

Al  Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro è ora del secondo spettacolo di danza della stagione 16/17: mercoledì 15 marzo alle ore 21.00 va in scena Giselle (con le coreografie di Jules Perrot, Jean Coralli, Marius Petipa), il balletto classico e romantico per eccellenza. Protagonista della serata la compagnia del Balletto dell’Opera Nazionale di Odessa (Ucraina) attualmente diretto da Garri Sevoyan, che ha la sua sede presso il prestigioso Teatro dell’Opera dove si sono esibite le grandi dive del balletto russo, da Anna Pavlova a Galina Ulanova e Maya Plisetskaya.
  La compagnia di Odessa è riconosciuta come una delle più prestigiose istituzioni di balletto classico di tutta la Russia e vanta un ricchissimo repertorio che ha l’onore e l’onere di custodire, in particolare la preziosa eredità costituita dai grandi balletti russi. La compagnia ha sempre avuto in repertorio i grandi capolavori del balletto classico, dalla Sylphide di Bournonville a Giselle su musica di Adam, Don Chisciotte e La bayadère su musica di Minkus, La bella addormentata, Lo schiaccianoci e Il lago dei cigni su musica di Chajkovskij, ai vari balletti novecenteschi su musiche di Prokof’ev, Stravinskij, Falla e Šcedrin. Il corpo di ballo è costituito dai migliori elementi laureati nelle prestigiose scuole coreografiche ucraine e russe. Molti artisti di talento hanno danzato nella compagnia dell’Opera Nazionale di Odessa nei sui vari periodi di attività, e molti di essi sono stati solisti in importanti compagnie internazionali. Nel corso degli anni, anche grazie alle numerose tournée in tutto il mondo, il Balletto dell’Opera Nazionale di Odessa ha conquistato una reputazione internazionale di primo piano.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 17 ai 27 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30.
C’è anche la possibilità di acquistarli on line dal sito www.teatrorussolo.it oppure da www.vivaticket.it
  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale
 

Locandina Giselle


28/02/2017
ULTIMO APPUNTAMENTO PER I GIOVANISSIMI AL RUSSOLO: "FRAGILE XXL"

Giunge al suo ultimo appuntamento il cartellone Giovanissimi del Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro della stagione 2016/2017 con Fragile XXL, una produzione internazionale firmata Pantakin Circo Teatro (Italia) e Compagnie Ad Hoc (Francia).

Lo spettacolo, in scena domenica 5 marzo alle ore 17.00,  trae ispirazione da Charlie Chaplin, Buster Keaton, Laurel e Hardy. E come nei film muti e nelle comiche di inizio ’900, le emozioni e le avventure dei personaggi vengono raccontate dagli attori-clown Emanuele Pasqualini e Bonoit Roland, un duo affiatato proprio come lo erano Stanlio e Olio. Nel mondo immaginario di “Fragile XXL”, il passaggio tra realtà e fantasia avviene con grande naturalezza dando vita a suggestioni, comicità, meraviglie, ma soprattutto rapporti umani. Al centro di tutto tante, tantissime scatole che diventano un pretesto per un gioco surreale, amplificato dalla presenza di due artisti circensi, tra acrobatica e virtuosismi di equilibrismo.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 6 euro (interno) ai 4 euro (ridotto) e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30 (la domenica stessa a partire dalle ore 16.00).

C’è anche la possibilità di acquistarli on line dal sito www.teatrorussolo.it oppure da www.vivaticket.it

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

Locandina FRAGILE XXL


23/02/2017
MOLIÈRE AL RUSSOLO
Alessandro Benvenuti interpreta L’Avaro

Nuovo appuntamento con la grande prosa al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro: giovedì 2 marzo alle ore 21.00 andrà in scena “L’Avaro” di Molière, uno dei lavori più noti del commediografo francese.

Lo spettacolo è prodotto da Arca Azzurra Teatro (Genova) che, dopo il successo del suo “Malato Immaginario” votato dal pubblico dei teatri toscani come miglior spettacolo della stagione 2014/15, ha scelto  ancora una volta di portare in scena Molière nell’adattamento sempre rispettoso e spesso illuminante di Ugo Chiti. Alessandro Benvenuti veste i panni del protagonista, affiancato da Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda, Desirée Noferini.

  La storia è quella di Arpagone, un uomo avaro che trasforma ogni occasione in fonte di guadagno, persino i figli.  Protagonista tragicomico, mette in mostra tutte le "miserie" di un uomo che vive al fine di accumulare beni e denaro, non per migliorare la sua vita ma esclusivamente per goderne del possesso. Arpagone vive per il suo denaro. Possederlo è ragione di vita e di esistenza. Il non averlo è il nulla, il buio. «Senza di te...sono morto...il mio sangue...la mia vita...». Il filo conduttore dell'opera è il legame patologico di Arpagone ad una cassetta, ove sono custoditi tutti i suoi denari.

Una commedia amara e irresistibilmente comica, un’opera di bruciante modernità.



  I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

L'avaro


15/02/2017
I "NESSI" DI BERGONZONI AL RUSSOLO

Gradito ritorno al Teatro Russolo di Portogruaro: martedì 21 febbraio 2017 alle ore 21.00 è atteso infatti Alessandro Bergonzoni, che porterà in scena il suo spettacolo “Nessi”, ultimo appuntamento del cartellone di Cabaret della stagione 2016/2017.

  Nessi, ovvero connessioni ma anche fili tesi e tirati, trame e reti, tessute e intrecciate per collegarsi con il resto del pianeta. O meglio dell'universo. Perché infatti è proprio questo il nucleo vivo e pulsante del nuovo spettacolo dell'artista bolognese: la necessità assoluta e contemporanea di vivere collegati con altre vite, altri orizzonti, altre esperienze, non necessariamente e solamente umane che ci possono così permettere percorsi oltre l'io finito per espandersi verso un "noi" veramente universale.

Bergonzoni, per questo quattordicesimo spettacolo da lui scritto e interpretato e diretto in coppia con Riccardo Rodolfi, si trova quindi in un'assoluta solitudine drammaturgica, al centro di una cosmogonia comica circondato da una scenografia "prematura", da lui concepita, alle prese con un testo che a volte potrebbe anche essere, e questa è una vera e propria novità, una candida e poetica confessione esistenziale. Senza per questo rinunciare alla sua dirompente visione stereoscopica che è diventata, in questi anni, materia complessa, comicamente eccedente e intrecciata in maniera sempre più stretta tra creazione-osservazione-deduzione.

Ma sicuramente i "Nessi" bergonzoniani, e la loro conseguente messa in scena, mostreranno al pubblico quel personalissimo disvelamento, di fatto la vera cifra stilistica di questo artista, che porta molte volte anche grazie ad una risata, dallo stupore alla rivelazione.


  I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Locandina "NESSI"


02/09/2017
UN COMBINAGUAI A TEATRO: VA IN SCENA “GIAN BURRASCA”!

Terzo appuntamento con il cartellone Giovanissimi della stagione 2016-2017: domenica 12 febbraio alle ore 17.00 presso il Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro va in scena “Gian Burrasca”, spettacolo prodotto dalla Associazione A.T.T.T. e dalla Fondazione Aida per la regia di Pino Costalunga.
  Un diario pieno di pagine bianche è il regalo che Giannino Stoppani riceve il mercoledì 20 settembre 1905 in occasione del suo nono compleanno: pagine bianche tutte da riempire di fatti e di …misfatti. Il Giornalino di Gian Burrasca è senza ombra di dubbio l’unico caso – se si esclude quel capolavoro che è il Pinocchio di Collodi - di romanzo scritto per ragazzi tra la fine del 19° secolo e gli albori del 20° secolo, che ha una dimensione tutta grottesca, divertente e divertita e che non ha scopi moralistici o didattici o comunque di “costruzione” del futuro adulto. È il romanzo dove la vitalità e la purezza infantile si scontra con un mondo di adulti più attento agli interessi personali e indubbiamente più ipocrita. Giannino Stoppani, il protagonista, combina tanti guai non perché è cattivo, ma perché è un curioso, nel senso più positivo del termine, perché vuole il bene suo, ma soprattutto quello degli altri, perché è un bambino aperto al mondo e perché, come tutti i bambini, ha un forte senso della giustizia.
È il romanzo del trionfo della fantasia e del gioco. È il romanzo dell’Infanzia come età di gioia e spensieratezza. Ed ecco che vengono così messe in scena le avventure di un bambino vivace, pieno di gioia di vivere con gli altri e di fantasia come Gian Burrasca, in un momento attuale in cui i bambini non ricevono più in dono diari con fogli bianchi da riempire con racconti di sé in relazione con il mondo, nei quali immortalare le loro giornate piene di avventure e di fantasia, ma sempre più oggetti elettronici con i quali imparano a vivere solo in un mondo pre-costruito, virtuale, che spesso li esclude dal contatto con persone e cose e spesso amplia le loro abilità tecnologiche, ma riduce la loro capacità fantastica. Mettere in scena il Giornalino di Gian Burrasca vuol dire riproporre una storia antica, ma che riesce a parlare ancora oggi di un mondo fatto di sentimenti semplici, ma forti, lontano, ma che ha ancora molto da dire.
  Lo spettacolo tiene conto non solo del romanzo di Vamba (Luigi Bertelli), ma anche della storica edizione televisiva che la RAI produsse nel 1964 con la regia di Lina Wertmuller. Di questa sono state modificate alcune musiche e canzoni, anche se poi il risultato finale è una versione teatrale completamente nuova, che ha il sapore della favola antica, ma che può parlare al bambino e all’adulto di oggi.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 6 euro (interno) ai 4 euro (ridotto) e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30 (la domenica stessa a partire dalle ore 16.00).
C’è anche la possibilità di acquistarli on line dal sito www.teatrorussolo.it oppure da www.vivaticket.it

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

Locandina GIANBURRASCA


02/02/2017
SERATE INTONARUMORI: SECONDO APPUNTAMENTO DELLA STAGIONE!

Immagina una serata invernale come tante, quei giorni infrasettimanali un po’ grigi in cui vorresti uscire per qualche evento ma il week-end è ancora lontano. Ecco, una sera come quelle potrà rivelarsi piena di sorprese grazie alle Serate Intonarumori: il prossimo appuntamento è atteso per mercoledì 8 febbraio alle ore 21.00 presso il Foyer della Magnolia del Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro.

  Dopo il successo della scorsa stagione, il Russolo ripropone gli appuntamenti che si ispirano alle famose Open Microphone Nights. In queste serate, il foyer del teatro veste i panni di un moderno locale metropolitano e mette a disposizione un microfono e 10 minuti di tempo per ogni persona che desidera presentare al pubblico una propria performance artistica.

  Per il pubblico è un’occasione per assistere a qualcosa di assolutamente originale: poesia, recitazione, musica classica, musica elettronica, danza…il programma può offrire di tutto e chissà, tra i protagonisti potrebbe esserci una stella del futuro! È un modo alternativo per trascorrere una serata in compagnia e frequentare il teatro in un clima informale. L’ingresso è gratuito.

  Per i performer è un’opportunità per dar libero sfogo alla propria vena artistica, per fare esperienza e magari acquisire maggior sicurezza grazie al riscontro del pubblico. Non è necessario essere professionisti, le Serate Intonarumori sono nate per tutti quelli che nel cassetto hanno una poesia che nessuno ha mai ascoltato, per tutti quelli che  sognano di suonare davanti a un vero pubblico…

A differenza della scorsa edizione, le serate non hanno un tema preciso, perciò partecipare è ancora più semplice! Basta preparare la propria performance e compilare e spedire il modulo di partecipazione scaricabile online dal sito www.teatrorussolo.it.

  L’ultima serata in programma della stagione è prevista per mercoledì 8 marzo.


02/02/2017
Una “cena tra amici” al Russolo

Nuovo appuntamento con il cartellone di prosa al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro: martedì 7 febbraio alle ore 21.00 va in scena “Le Prenom – Cena tra Amici”, una produzione del Teatro Stabile di Genova per la regia di Antonio Zavatteri. È la prima pièce teatrale scritta da Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patelliére.
Rappresentata a Parigi nel 2010, ha ottenuto sei nomination ai Prix Molière dell’anno successivo. Dal testo, sono stati tratti due film per il grande schermo: Cena tra amici (2012) e Il nome del figlio (2015). Rigorosamente fedele al testo teatrale originale che impone ritmi incalzanti e dialoghi serrati, l’attuale versione italiana di Fausto Paravidino accenderà senza dubbio l’interesse del pubblico che, verrà inevitabilmente travolto dalle sue stesse risate. Sul palcoscenico del teatro portogruarese saliranno gli attori Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino e Gisella Szaniszlò.
  La storia è quella di Vincent, un agente immobiliare, che viene invitato a cena dalla sorella Elisabeth e dal cognato Pierre, entrambi professori a Parigi. Al convivio partecipa anche Claude, un amico d’infanzia di Elisabeth. Ma ecco che  una tranquilla serata  fra amici quarantenni della media borghesia, viene improvvisamente sconvolta: mentre tutti aspettano l’arrivo della sua compagna (Anna), Vincent annuncia che diventerà padre, ricevendo abbracci e felicitazioni. Quando però egli rivela il nome scelto per il nascituro, esplode l’incredulità e l’indignazione generale. Un nome dichiaratamente di “destra”, che manda in collera i padroni di casa, intellettuali di “sinistra”. Il dubbio è che si tratti di una provocazione o di uno scherzo, ma il futuro genitore insiste. Così la discussione degenera, scoperchiando vecchi rancori, scatenando una crescente ironia e un cinismo che travolge tutto e tutti divenendo così un gioco al massacro, che mette a nudo l’ipocrisia dei rapporti umani e delinea una generazione allo sbando, dove ognuno ha un segreto da nascondere o da rinfacciarsi.

  I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Locandina "Le Prenom"


26/01/2017
DUELLO COMICO/MUSICALE AL RUSSOLO

Tanta musica e grasse risate: questo è ciò che promette «Duel-Opus 2», lo spettacolo comico musicale diretto dal francese Agnès Boury in programma al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro mercoledì 1 febbraio alle ore 21.00.
Per la prima volta il cartellone di CABARET del teatro portogruarese ospita un evento che vede protagonisti due artisti stranieri: i francesi Laurent Cirade e Paul Staïcu che, con questo spettacolo, nel 2012 hanno vinto il premio europeo per il teatro non verbale Niederstätter SurPrize di Bolzano.

  Sorte dal nulla, due improbabili figure irrompono violentemente nella nostra storia musicale…sfidandosi in un originale duello armati di pianoforte, violoncello, sedia a sdraio e barbecue!
Grazie al loro prodigioso talento musicale e alla solida esperienza – Cirade ha collaborato con Maurice Béjart e ha suonato per l’Orchestre National de France, Staïcu si divide tra musica classica e jazz, lavorando a fianco di artisti come Michel Portal e Steve Coleman – i due artisti giocano con situazioni stravaganti in un turbinio di avvenimenti e di effetti scenici lasciando il pubblico estasiato.
Questi affabulatori dall’animo delicato e suadente fanno saltare in aria ad uno ad uno gli stereotipi musicali d’ogni tempo, dalle più classiche melodie di pregiata fattura, alle più bieche melodie da supermercato!

    Prima “tragedia” musicale mai scritta, Duel è senza dubbio la più pregnante testimonianza di ciò che Desnos diceva a proposito del burlesco: “la forma più sconvolgente del lirismo”. Qual era dunque il filosofo che affermò che la musica è in grado di rigenerare gli animi? Due eccezionali musicisti si abbandonano ad esilaranti regolamenti di conti, e finiranno per essere irrevocabilmente convincenti per tutti.

    I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Locandina "DUEL - Opus 2"


24/01/2017
UN POMERIGGIO A TEATRO CON DON CHISCIOTTE

Secondo appuntamento per i bambini e le loro famiglie al Teatro Russolo di Portogruaro:  domenica 29 gennaio alle ore 17.00 va in scena lo spettacolo “Don Chisciotte”, una produzione della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, che fa rivivere il personaggio del cavaliere errante creato nei primi anni del Seicento da Miguel de Cervantes nel suo capolavoro Don Chisciotte della Mancia.
Il cavaliere era un gentiluomo di cinquant'anni, dicono che si chiamasse “Chisciada”, e si dedicava giorno e notte alla lettura di fantastici romanzi cavallereschi. Non gli interessava nient’altro. Immedesimandosi nelle straordinarie avventure dei prodi cavalieri che incontrava nei libri, un giorno decise di diventare anche lui un “cavaliere errante” abbracciando i loro ideali. Odiava le ingiustizie e voleva essere un eroe. Per raggiungere il suo scopo si procurò ciò che gli era indispensabile: un cavallo, le armi, uno scudiero (il fido Sancio Panza) e una dama da amare e servire. Si dette un nome degno del suo nuovo ruolo: “Don Chisciotte Della Mancia” ovvero “Il cavaliere dalla triste figura”. Quando fu pronto partì per iniziare la sua nuova vita. Ai suoi occhi le osterie sono castelli, le contadine dame, i mulini a vento enormi giganti; greggi di pecore e montoni gli appaiono come eserciti nemici in battaglia.
Lo spettacolo si svolge tra realtà e immaginazione e raggiunge facilmente i ragazzi in quanto il suo protagonista vuole fermamente credere alla sue visioni che lo portano a vivere memorabili ed esaltanti esperienze, proprio come fanno i bambini attraverso il gioco e la fantasia.
Don Chisciotte vive l'utopia del suo tempo, ma quali sono le nostre e quali sono gli eroi di adesso? Lo spettacolo porrà il pubblico di fronte al dilemma: essere o non essere dei grandi sognatori? Restare ancorati alla realtà o volare in spazi irreali e sconosciuti?
Un viaggio tra realtà e fantasia che richiama il percorso di crescita, con le sue prove e le scelte che la vita riserva ai giovani d’ogni tempo. Una pièce coinvolgente  dai risvolti moderatamente drammatici che par studiata  apposta per l’ormai  collaudato trio d’attori composto da Claudio Dughera, Daniel Lescar e Claudia Martore  i quali, ormai da molti anni,  mantengono e diffondono  la prestigiosa tradizione del teatro ragazzi piemontese.

  I biglietti hanno un costo che varia dai 6 euro (interno) ai 4 euro (ridotto) e sono acquistabili presso la biglietteria del teatro il martedì, giovedì e sabato dalle ore 18.00 alle 19.30 (la domenica stessa a partire dalle ore 16.00).

C’è anche la possibilità di acquistarli on line dal sito www.teatrorussolo.it oppure da www.vivaticket.it

  La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale

  Per informazioni: 0421/270069 - info@teatrorussolo.it
Sito internet: www.teatrorussolo.it  

Locandina "DON CHISCIOTTE"


18/01/2017
“UNO SGUARDO DAL PONTE” DI ARTHUR MILLER IN SCENA AL TEATRO RUSSOLO

Tratto da uno dei testi di Arthur Miller riconosciuto come tra i più importanti della drammaturgia americana del Novecento, “Uno sguardo dal ponte”,  in scena per il cartellone di prosa al Teatro Comunale Luigi Russolo sabato 21 gennaio alle ore 21.00, racconta tutta la miseria degli immigrati italiani giunti a New York negli anni Cinquanta  e le loro difficoltà di adattamento al nuovo mondo.

Eddy Carbone, interpretato da Sebastiano Somma, è un siciliano che vive in America con la moglie Beatrice e la nipote Katerine, accolta in casa, dopo la morte della madre, come una figlia naturale. Nonostante le difficoltà economiche, spesso celate, che traspaiono inequivocabilmente dai costumi e dalla scenografia, i legami famigliari restano saldi  fino all’arrivo, nella città della libertà, di due cugini dalla Sicilia. Marco, padre di famiglia, intenzionato a lavorare sodo per poter mantenere la moglie e i suoi tre figli rimasti in Italia e Rodolfo, alto e biondo, che sembra, invece, più affascinato dalla magia di Broadway e dalla bellezza di Katerine. E sarà proprio la gelosia di Eddy nei confronti della giovane nipote, dettata dalla paura di vederla crescere,  a segnare la definitiva rottura del delicato equilibrio familiare.
Il protagonista, infatti, sarà costretto ad assistere impotente allo scontro generazionale con la ragazza, intrappolata tra il profondo affetto  per lui e la travolgente  passione per Rodolfo. A nulla servono dunque  le sue  obiezioni contro la determinazione  della giovane che abbandona progressivamente  la delicatezza della fanciullezza per trasformarsi, a poco a poco,  in una donna piena di forza e vigore, al contrario della zia Beatrice che  pare muoversi in punta di piedi come una ballerina, schiacciata dall’imponenza del marito. Gli eventi si susseguono velocemente  mentre, sul fondo della scena l’avvocato Alfieri,  rappresentante della “giustizia civile” veste i panni di consigliere e spettatore della vicenda, limitandosi a raccontarla al pubblico. Una pièce, quella diretta da Enrico Maria Lamanna, che interpreta magistralmente i dubbi e le passioni di quegli esuli che, pur lontanissimi dalla terra natia, non divengono mai parte integrante di quel sogno americano che si intravede al di  là del ponte di Brooklyn.

  I biglietti – ancora disponibili - hanno un costo che varia dai 19 ai 29 euro e sono acquistabili presso

La stagione teatrale è realizzata con il sostegno di BCC Banca San Biagio del Veneto Orientale.

Per maggiori informazioni: Infoline 0421 270069 - www.teatrorussolo.it - info@teatrorussolo.it  

Locandina "Uno sguardo dal ponte"


20/09/2017
STAGIONE TEATRALE 2017/18: CAMPAGNA ABBONAMENTI
[ leggi ]
14/09/2017
STAGIONE TEATRALE 2017/2018
[ leggi ]
 
 
Newsletter

Per essere sempre aggiornato su novità, spettacoli o quant'altro, iscriviti alla nostra newsletter